Month: febbraio 2016

Il cioccolato fondente allunga la vita

Posted on

Per molto tempo il cioccolato è stato bandito dalle diete, adesso sta lentamente guadagnando la fiducia anche di chi è molto attento alla linea e al benessere. Sono molteplici i benefici di questo alimento, fa bene al sistema cardiovascolare, all’umore e al palato.
In termini di salute il cioccolato fondente è certamente il migliore, il cioccolato al latte o bianco hanno altre sostanze che non li rendono altrettanto “salutari” come grassi e zuccheri. L’ingrediente che lo rende “benefico” è appunto il cacao e quindi più cacao c’è, maggiori saranno le proprietà del prodotto finale. Si raccomanda pertanto di scegliere un cioccolato con almeno il 70% di cacao.
La protezione cardiovascolare è data dal contenuto di antiossidanti (flavonoidi) che agendo sulle fibre muscolari del cuore, permettono alle arterie di essere flessibili e dilatate proteggendo il cuore ad esempio da infarto.
E’ un ottimo antidepressivo naturale, contenendo l’ormone serotonina, solitamente prodotta dal cervello, svolge sul sistema nervoso un’azione eccitante ed antidepressiva che deterina il buon umore.cioccolato-fondente-cacao-proprieta-benefici

Controindicazioni
Non è adatto a chi soffre di gastrite, reflusso gastroesofageo, ulcere e sindrome del colon irritabile
Avendo un effetto vasodilatatore andrebbe evitato in caso di mal di testa.
E’ piuttosto calorico, quindi meglio non abusarne.

Gli spuntini, errori più comuni e cosa mangiare

Posted on

spuntino salLo spuntino svolge un’azione anti-fame che ci permette di arrivare al pranzo o alla cena senza fame eccessiva, frustrazione e nervosismo.
Il nostro corpo ha bisogno di “energia”, sia durante il riposo che durante il movimento; l’energia deriva dal cibo che introduciamo giornalmente con l’alimentazione. Mangiando di meno introduciamo minor energia,  il metabolismo sarà costretto “a rallentare” per consumare meno bruciando anche più lentamente le riserve di grasso in eccesso.

Lo scopo dello spuntino è proprio quello di mantenere il metabolismo attivo durante la giornata, aiutando a dimagrire.
E’ importante fare 2 spuntini, uno di metà mattina e uno di metà pomeriggio; l’apporto energetico di ognuno è di circa il 5% delle calorie (kcal) da assumere nell’intera giornata.
E’ dimostrato come la scelta dello snack sia fondamentale per la qualità di dieta; chi sceglie dolci, dessert e bevande zuccherate come spuntino, ha una più elevata incidenza di sovrappeso e obesità, al contrario di chi mangia più frutta e verdura.

Vediamo gli errori più comuni:
– consumare solo cereali, affettati, formaggini, barrette, ecc;
– saltare lo spuntino e “mangiucchiare” durante la giornata;
– bere solo succhi di frutta;
– esagerare con snack dolci e salati che sono spesso carichi di zuccheri e grassi;
– saltare la colazione e superare le calorie raccomandate per lo spuntino;
– bere bevande zuccherate o alcoliche che apportano solo calorie, ma nessun nutriente.

Alternative per lo spuntino:
spuntino fruttaUna soluzione sempre buona è la frutta o la verdura, scegliamo quella di stagione, di provenienza italiana o ancora meglio se a Km0 e biologica. Con la frutta si possono fare spremute, frullati (con l’aggiunta di un po’ di latte), centrifugati o estratti.
Un’altra alternativa è data dallo yogurt, meglio se bianco e aggiungete voi la frutta di stagione.
Anche il pane tostato è un ottimo spuntino con sopra olio e sale (senza esagerare) oppure con pomodori a fette speziati con l’origano.
Sempre senza esagerare è consentito anche il cioccolato fondente, molti studi ne dimostrano ed elogiano le proprietà benefiche per la salute
Potete associare delle tisane o del tè al gusto che più vi piace: vaniglia, frutti rossi, arancia, finocchio, tè verde ecc

Una dieta fatta senza criterio nasconde sempre il rischio di recuperare, quando ricomincerete a mangiare normalmente, i chili persi…con gli interessi. Evitate le diete ipocaloriche “da fame” o quelle miracolose che promettono perdite massicce di peso in pochissimo tempo.
Il metodo corretto per dimagrire è perdere peso in modo lento e graduale, mangiando in maniera equilibrata, e fornendo al nostro corpo tutti i nutrienti di cui ha bisogno.

Aloe Vera, perché berla?

Posted on

Sono abbastanza noti gli svariati usi topici della Aloe Vera, ma in pochi sanno dei benefici del suo succo considerato un vero e proprio toccasana per la salute.

La bevanda di Aloe Vera contiene delle sostanze che possono aiutare il nostro corpo nell’eliminare le tossine e nel processo di guarigione, si trova facilmente in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali e ogni confezione ha modalità di assunzione e di diluizione in acqua diverse.
aloe2Le proprietà dell’Aloe Vera: 
1) rimedio utile per depurare l’organismo da stress, inquinamento e cibo poco sano grazie anche alle vitamine e minerali che contiene
2) può migliorare l’assorbimento delle proteine e la regolarità intestinale e ridurre problemi digestivi come il bruciore di stomaco.
3) protegge il cuore perché contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue.
4) ha proprietà anti-infiammatorie.
5) può aiutare a rafforzare il sistema immunitario per via delle sue proprietà antisettiche e antibatteriche.
6) Il gel fa bene alla pelle in caso di arrossamenti, screpolature e scottature, mentre il succo va assunto dall’interno con effetti benefici per la pelle dalle proprietà anti-invecchiamento alla capacità di alleviare acne e irritazioni.
7) aiuta ad aumentare i livelli di energia e ritrovare il benessere in un periodo di particolare stress. Durante una dieta può essere utile per depurare l’organismo e migliorare la funzionalità del sistema digestivo.
8) può anche contribuire alla salute della bocca e delle gengive svolgendo un’azione antibatterica e antimicrobica naturale e grazie alle vitamine e minerali contenute nella pianta che promuovono la salute e la rigenerazione delle cellule. Il gel è invece utile da applicare direttamente sulle gengive infiammate e sulle piccole afte che possono formarsi in bocca.
9) Nel succo di Aloe Vera sono presenti 7 amminoacidi essenziali e un totale di 19 amminoacidi, abbinato ad una corretta alimentazione aiuta dunque il nostro organismo ad avere a disposizione le proteine necessarie.
10) per regolare i livelli di zuccheri nel sangue. Supportato da una sana alimentazione, il succo di Aloe Vera può essere d’aiuto per chi è a rischio di sviluppare il diabete.

Controindicazioni:
Il succo di Aloe Vera se assunto in quantità eccessive può diventare un forte lassativo e provocare diarrea portando a disidratazione e con una riduzione dei livelli di potassio nell’organismo, conseguente debolezza e irregolarità del battito cardiaco. A causa dei suoi effetti purgativi l’assunzione di succo di Aloe Vera è infine sconsigliata sia in gravidanza che durante l’allattamento.